L’appello inviato dal CROAS il 20 dicembre 2017 ai referenti della Regione Lazio.

Lettera-appello per una rapida approvazione del Piano sociale regionale del Lazio.

Onorevoli Referenti,

rivolgiamo a Voi un pressante appello: prima della scadenza di questa Consigliatura, l’Assemblea
regionale proceda in tempi brevi – e in coerenza con gli impegni presi – all’approvazione di quel
Piano Sociale di cui la Regione Lazio è priva da oltre 17 anni.
Sia pure con diverse sfumature, abbiamo molto apprezzato l’approvazione della L.R. 10 agosto
2016, n. 11 “Sistema integrato degli interventi e dei servizi sociali della Regione Lazio” che,
seppur con grave ritardo, ha recepito i principi della Legge 328/2000 configurando il welfare
regionale come un sistema di politiche e servizi di prossimità, integrati, co-progettati e partecipati.
La nuova normativa regionale, tuttavia, può trovare concreta applicazione solo attraverso il Piano
Sociale regionale in grado di avviare una programmazione su tutto il territorio del Lazio,
individuando obiettivi prioritari su cui lavorare, rimuovendo ritardi e difformità locali,
promuovendo e diffondendo buone pratiche ed esperienze di eccellenza laziali, facendosi carico di
nuove fragilità e nuovi bisogni, superando anche – dal punto di vista organizzativo – precarietà,
esternalizzazioni e carenze di organico che, purtroppo, ancora connotano i Servizi sociali e
sociosanitari regionali.
Gli Organismi che sottoscrivono questo appello, operano quotidianamente a contatto con i Servizi
sociali di tutto il territorio – nella diversità dei rispettivi ruoli e funzioni – per rendere già ora
concrete ed operative, in favore dei cittadini, specie quelli più fragili, le linee politiche da Voi
approvate con la richiamata L.R. 11/2016 per il welfare regionale.
Ci appelliamo, pertanto, alla responsabilità ed alla sensibilità di tutte le espressioni politiche che
compongo l’Assemblea regionale affinché si giunga quanto prima al varo del Piano Sociale,
strumento fondamentale per sostenere e guidare – nei prossimi anni – l’operatività quotidiana ed il
lavoro di tutti gli attori del welfare regionale con un respiro e un orizzonte condiviso e di lungo
termine.
Un cordiale saluto.
Portavoce della Conferenza regionale del Volontariato, Lorena Micheli
Portavoce Forum del Terzo settore del Lazio, Francesca Danese
Presidente CESV Centro di servizi per il volontariato del Lazio, Paola Capoleva
Presidente ISTISSS – Istituto per gli Studi sui Servizi Sociali, Luisa Mango
Presidente MoVI Lazio Movimento di Volontariato Italiano, Anna Ventrella
Presidente Ordine degli Assistenti sociali, Consiglio regionale del Lazio, M. Patrizia Favali
Presidente SPES – Centro di servizi per il volontariato del Lazio, Renzo Razzano
Segretario CGIL di Roma e del Lazio, Roberto Giordano
Segretario Regionale Lazio SUNAS – Sindacato unitario nazionale assistenti sociali, Domenico Pellitta

ORDINE ASSISTENTI SOCIALI
Consiglio Regionale del Lazio
largo dei Colli Albani 32 – 00179 ROMA